ISTITUTO COMPRENSIVO "F. P. POLIZZANO"

GANGI

 VIA S. LEONARDO 90024 GANGI (PA)

TEL. 0921644579 - C.F. 95005240825

Cod. Min. PAIC84500B -  Codice univoco fatturazione UF1GXO

Codice iPa istsc_paic84500b

IBAN UniCredit IT23R0200843350000300005359

CODICE CONTO TESORERIA UNICA: IT73P0100003245515300314429

E MAIL: paic84500b@istruzione.it  - PEC : paic84500b@pec.istruzione.it

Progetto Erasmus+ “Eco-Herit@ge Matters” con l’ultima mobilità in Portogallo

Dopo 3 anni, in dirittura di arrivo il Progetto Erasmus+ “Eco-Herit@ge Matters” con l’ultima mobilità in Portogallo

                           

Link al sito web del progetto: https://ecoheritagematters.wixsite.com/ecoheritagematters?fbclid=IwAR3bYNK8dOqtzG7P47eqUKgIZsCR80k9R0Z_LTc28-lWRz4UtKh2Ej1-xTQ

La quinta e ultima Mobilità del progetto Erasmus+ 2019-1-PT01-KA229-060791 2 “Eco-Herit@ge Matters” nelle città di Espinho e Ovar, città sull’Atlantico a nord-ovest del Portogallo, dal 15 al 22 maggio con la partecipazione di 6 studenti delle classi terze della Scuola Secondaria di I Grado dell’I. C. “F.P. Polizzano” di Gangi, accompagnati dal Dirigente Scolastico Prof. Francesco Serio, dalla coordinatrice del progetto, Prof.ssa Nicoletta Forestiere e dalla Prof.ssa Pierina Pirrone e di delegazioni delle altre scuole partner provenienti da Grecia, Croazia e Romania.

 

Le due scuole “Agrupamento de Escolas Dr. Manuel Gomes de Almeida”, con a capo il Dirigente Scolastico Prof. José Ilídio Sá e “Agrupamento de Escolas de Ovar Sul”, diretta dal Prof. Nuno Gomes con la coordinazione della Prof.ssa Marisa Rocha e il Prof. Bruno Marques da Silva e il supporto dei due team Erasmus di docenti e alunni, dei genitori degli alunni coinvolti e dell’Amministrazione Comunale delle due

bellissime città situate nel distretto di Aveiro, Ovar, cittadina famosa per le sue piastrelle decorate, con più di 50.000 abitanti ed Espinho, con quasi 30.000 abitanti e la sua incantevole spiaggia, hanno offerto ai partecipanti un programma ricco delle più svariate attività che hanno permesso di fare un viaggio attraverso la cultura, il patrimonio ecologico-naturalistico, la musica, le tradizioni e la gastronomia locali in un clima di accoglienza, cordialità e amicizia.

                         

Il primo giorno alcuni studenti della scuola di Espinho, con indosso i costumi tipici di vareiros e varinas, pescatori e venditrici ambulanti di pesce, hanno accolto le varie delegazioni, offrendo loro sorrisi e le tipiche sardine realizzate dai ragazzi stessi. La Cerimonia di accoglienza si è svolta nell'auditorium della scuola, alla presenza del Dirigente Scolastico, del Sindaco e di altri rappresentanti del Comune. In quella occasione è stato consegnato il materiale necessario per lo svolgimento delle attività previste per la settimana e sono state fatte le presentazioni delle scuole, delle città e degli stati dai ragazzi delle varie delegazioni. La cerimonia si è conclusa con l’esibizione (musica e ballo) di due studenti. Dopo la pausa caffè, sono stati piantati semi, provenienti dai diversi paesi, in un vaso multinazionale, come simbolo di appartenenza alla stessa famiglia Erasmus. Nel pomeriggio la prima attività dei gruppi multinazionali alla scoperta di Espinho.

                                                     

Interessante la visita delle bellissime città di Gaia e Porto separati dal fiume Douro. Grazie ad una guida coinvolgente e preparata che ci ha accompagnato durante la visita delle cantine Sandman ed interagito con i visitatori abbiamo scoperto quanto lungo e meticoloso è il procedimento che porta ad ottenere un vino di qualità. Di nuovo in azione i gruppi multinazionali questa volta in veste di giornalisti impegnati ad intervistare i passanti. Saliti sulla funivia, ci siamo subito ritrovati nella città di Porto, hanno camminato per le strade e svolto i compiti proposti ai gruppi. La giornata si è chiusa in bellezza con una suggestiva passeggiata nei giardini della Fondazione Serralves e sulla passerella Treetop Walk e, a seguire, la degustazione dall'immancabile Francesinha, tipico sandwich portoghese.

                 

La giornata trascorsa ad Ovar è stata entusiasmante. Dopo la calorosa accoglienza a scuola da parte del team docenti e studenti e alla presenza del Sindaco, dell’Assessore all’Istruzione e del Dirigente Scolastico, è stato proiettato il mini-film d'animazione "Purgatory Airlines", diretto dal professor João Católico a cui gli studenti di tutti gli stati partner del progetto hanno contribuito con disegni e voci. Interessanti e creativi i due workshop: il laboratorio di decorazione delle piastrelle con le lettere del titolo del progetto per la creazione di pannelli da esporre nelle varie scuole partner e il laboratorio di animazione che ci ha fatto scoprire questo mondo meraviglioso. A seguire una passeggiata sul lungomare Furadouro, la visita della bellissima Chiesa di Santa Maria de Válega, con la sua spettacolare facciata esterna caratterizzata da affreschi su mattonelle così come il pavimento in piastrelle decorate e gli interni in legno e marmo. A conclusione della giornata la cena con prelibati piatti cucinati “all’antica” con Fado, genere di musica popolare tipicamente portoghese, alla Casa do Povo de Válega.

                              

Il giorno successivo, nuovamente ad Ovar per l’attività di canottaggio nel Carregal Marina, esperienza unica, e poi la visita di Aveiro, definita come la "Venezia portoghese" per i numerosi canali che l'attraversano, il giro sul fiume nelle caratteristiche imbarcazioni di legno  simili a gondole, chiamate moliceiros e la visita guidata delle Saline dove si ricava il genuino sale marino che ha diversi usi oltre a quello prettamente culinario.

 

Alla fine della settimana, in occasione della Giornata Europea del Mare, il gruppo ha partecipato a una lezione di surf presso la scuola Greencoast, a Espinho, ha fatto una visita guidata alla Lagoa de Paramos, godendo della vista di molte sfumature di verde e ascoltando il canto degli uccelli e delle rane, ha esplorato la flora delle dune della spiaggia, in collaborazione con la Bandiera Blu, e ha proceduto al plogging cioè alla pulizia della spiaggia e alla estirpazione di piante infestanti. La serata si è conclusa all'Accademia di Musica con un ottimo spettacolo dell'Orchestra Jazz Espinho.

 

Sabato, giorno conclusivo ha visto i ragazzi, divisi in gruppi multinazionali, impegnati in lavori conclusivi e un incontro dei coordinatori del progetto. Alle 17 è iniziato il farewell party con momenti danzanti, guidati dalla docente Sara Castro, e la cena magnificamente preparata dai genitori degli studenti coinvolti nel progetto, presenti anche loro. La festa si è conclusa nell'auditorium FACE, dove i presenti hanno potuto assistere alla presentazione del breve video, in Stop Motion, realizzato nel Laboratorio di Animazione realizzato ad Ovar, sotto la supervisione del Prof. João Católico, e interventi di ringraziamento da parte dei coordinatori del progetto e dei Dirigenti Scolastici presenti. Non potevano mancare gli emozionati ed emoziananti saluti di congedo.

Stop Motion: https://vimeo.com/712389898?ref=fb-share

Ancora una volta l’esperienza vissuta conferma il valore inestimabile dei progetti Erasmus, opportunità di sperimentare valori positivi come il rispetto, la tolleranza, l’inclusione, la condivisione, la collaborazione e l’amicizia. Eco-Heritage really matters!

 

 

 

Percorso